Tre vittorie di Classe e Sportività: Le Atlete delle Centro Sportivo Le Colline Sbaragliano le avversarie e Conquistano il Cuore degli Appassionati

Nella cornice del circolo delle Colline a Frascati, si sono svolti due incontri del Campionato invernale FITP letteralmente entusiasmanti che hanno visto le talentuose atlete del club emergere con stile, mostrando non solo un ottimo livello tecnico, ma anche un’etica sportiva che ha incantato gli spettatori presenti. Il terzo incontro è stato giocato proprio domenica scorsa a Colleferro e ha visto ancora una volta la vittoria della squadra delle Colline.

Le protagoniste di queste indimenticabili giornate, già affermate nel panorama tennistico locale, hanno dato prova di maturità sportiva e dedizione al massimo livello, quasi a emulare i professionisti di caratura internazionale. Le loro prestazioni sul campo non sono state solo un trionfo tecnico, ma un vero e proprio spettacolo di impegno, grinta e spirito di squadra.

L’atteggiamento delle atlete delle Colline è stato esemplare in tutti i match: dalla precisione dei colpi alle strategie di gioco, ogni mossa è stata calibrata con cura, dimostrando una padronanza del tennis che ha lasciato senza fiato gli spettatori. È stato evidente come queste giovani donne abbiano dedicato ore di allenamento e sacrificio per raggiungere questo livello di eccellenza.

Tre vittorie su tre (contro Villa Borghese Nettuno e le due squadre Colleferro) che proiettano Le Colline in testa al campionato.

Ma c’è di più. Quello che per me ha reso davvero speciale questo match è stato l’atteggiamento delle atlete una volta terminato l’incontro. A dimostrazione di un fair play e di una sportività senza pari, nel primo incontro le ragazze di Frascati hanno invitato le avversarie a un pranzo conviviale. Un gesto che ha sciolto le tensioni della competizione e ha posto l’accento sui valori di inclusione e condivisione delle passioni promossi dal circolo.

Le Colline di Frascati, oltre a essere un luogo di eccellenza sportiva, si conferma quindi come un ambiente che promuove valori fondamentali come la lealtà, la solidarietà e la passione per il tennis. Questa iniziativa ha contribuito a creare un clima di amicizia e rispetto reciproco tra le atlete, sottolineando come lo sport debba essere uno strumento di unione e integrazione.

Come insegnante posso solo essere soddisfatto e quello che voglio dire a tutti è: Il Circolo delle Colline è un luogo dove lo sport si unisce alla formazione di persone complete e consapevoli dei valori che portano con sé.”

Concludo osservando che queste vittorie non si limitano ad essere un successo tecnico, ma per me sono un trionfo di valori umani. Il circolo si conferma come una fucina di talenti e di virtù, dove il tennis è solo il mezzo attraverso cui si coltivano amicizie, rispetto e passione.

Andiamo a conoscere meglio le nostre protagoniste. Con Noemi c’è ora un lavoro settimanale che abbiamo impostato e di cui vado onestamente orgoglioso.

Noemi De Santis: Una Campionessa Dalla Consapevolezza Tattica Impareggiabile

Nel mondo del tennis, emergono talvolta atleti che vanno oltre la semplice maestria tecnica, trascendendo il gioco stesso e dimostrando una profonda consapevolezza tattica. Noemi De Santis, orgoglio delle Colline, è una di queste eccezionali atlete che stupisce compagne e avversarie con il suo stile di gioco unico e la sua abilità fuori dal comune.

Noemi è una tennista di talento e una stratega implacabile sul campo. La sua lucidità tattica è evidente in ogni scelta che compie, sempre logica e mirata, adattandosi con maestria alle sue capacità. Il tennis, che io definisco il gioco della consapevolezza, trova in lei una rappresentante esemplare di questa filosofia.

Ciò che rende Noemi De Santis straordinaria è la sua capacità di variare il ritmo del gioco e gestire i diversi momenti del match con una precisione chirurgica. Il suo allenamento costante e la dedizione al miglioramento continuo la pongono come un punto di riferimento per gli altri atleti del club.

Un’arma segreta nel suo repertorio è il rovescio lungolinea vincente, una mossa che si rivela a tratti devastante e che lei sa sapientemente gestire spostando l’avversario con i colpi precedenti. Questa abilità le garantisce vittorie e aggiunge un tocco di imprevedibilità al suo gioco, tenendo gli avversari costantemente sulla difensiva.

Noemi De Santis l’eccellenza tecnica e allo stesso tempo la filosofia del tennis come disciplina della mente e della consapevolezza. Il suo approccio al gioco è una fonte d’ispirazione per gli altri tennisti del circolo e una testimonianza di come la dedizione, la consapevolezza e l’intelligenza tattica possano trasformare uno sport in un’autentica forma d’arte, seppure molto particolare. La comunità delle Colline può essere fiera di avere un’atleta del calibro di Noemi De Santis, che continua a scrivere pagine di successo nel mondo affascinante del tennis. Queste le sue parole: “Ti ringrazio Ale perché mi hai restituito l’entusiasmo di giocare, prova ne è questo campionato, e mi stai facendo ritrovare i colpi, in particolare profondità e possibilità di chiusura, con quella mobilità dei piedi che ci chiedi costantemente.”

Nadia Di Sotto: Una lottatrice indomabile con voglia di superare ogni ostacolo

Nadia Di Sotto è un’atleta straordinaria, la cui forza principale è senza dubbio la grinta. Si distingue per la determinazione e l’intensità con cui affronta ogni partita. Il suo approccio tenace alla pratica e alla competizione la rende un avversario formidabile. Allenandola mi sono reso conto davvero di avere a che fare con uno spirito unico, una personalità fortissima con grandi motivazioni.

Nadia dedica molta cura al suo allenamento, seguendo un regime rigoroso che le permette di sviluppare al massimo il suo potenziale. Non si accontenta mai e cerca costantemente di superare i suoi limiti, spingendosi oltre per raggiungere nuovi traguardi. La sua dedizione al perfezionamento tecnico è evidente in ogni scambio sul campo, dimostrando un impegno costante nel miglioramento delle sue abilità e ascoltando ogni consiglio da tecnici e compagne.

Unica e molto riconoscibile è la capacità di Nadia di divertirsi durante il gioco. Nonostante l’intensità degli allenamenti e delle partite, mantiene un atteggiamento giocoso che le consente di apprezzare ogni momento sul campo. Questo equilibrio tra serietà e divertimento le conferisce un vantaggio, poiché riesce a gestire la pressione con leggerezza.

Mi piace molto la sua apertura mentale a uscire dalla zona di confort. Nadia è pronta ad affrontare sfide e cambiamenti, consapevole che solo attraverso la crescita personale può raggiungere l’eccellenza nel suo sport. La sua determinazione a superare gli ostacoli la rende una fonte di ispirazione per chiunque voglia perseguire i propri sogni e migliorarsi costantemente.

Manuela Toscano.

Manuela è una new entry ma è determinata e decisa come le sue compagne. Ho voluto riportare le sue parole più che aggiungere le mie: Ho 45 anni e ho giocato da bambina fino ai 15 anni, per poi riprendere dopo i 30. Solo da un paio di stagione però ho ricominciato a giocare con più continuità e il mio tennis è sempre stato un po’ altalenante.  Ho conosciuto Daniela e Noemi che mi hanno accolta nella loro squadra e sono davvero felice di farne parte perché lo spirito è quello che piace a me: divertimento, convivialità, e quel pizzico di competizione che non deve mai mancare. Daniela è stata un mentore, regalandomi tanti consigli per migliorare il mio gioco. Fino a qualche tempo fa il mio tennis era più frettoloso, senza equilibrio tra ricerca del colpo decisivo e gioco in sicurezza. Ora grazie all’esperienza delle compagne cerco di usare molto di più la “testa” per sfruttare meglio le occasioni in campo e spero di continuare con i buoni risultati visti finora.” Io posso solo applaudire questa ragazza, di cui tutti parlano molto bene e che si sta mettendo in luce nel nostro Circolo. Sono orgoglioso di poter dire che il mio stile di leadership come tecnico alle Colline incoraggi questi esempi mirabili.

Daniela Bernardini.

Daniela è il Mentore di questa compagine. E’ molto esperta e saggiamente evita di esaltare troppo queste vittorie. Conosce fin troppo bene i pericoli del sentirsi “arrivate” e il rischio di appagamento dopo risultati forse anche insperati. Daniela è prodiga di consigli, suggerimenti, ha molto carisma e le allieve si abbeverano alla fonte della sua conoscenza tennistica. Il Capitano non giocatore che tutte le squadre vorrebbero avere, severa ma giusta.

Alessandro Zijno, Coach GPTCA.